Iniziato il progetto europeo MOVE ON

 


Con unaprima riunione in videoconferenza del 29 gennaio è ufficialmente iniziato il nuovo progetto MOVE ON - la cui candidaturaera stata presentata dall’ufficio di Bruxelles “Hospitality Europe” - dedicato allariabilitazione dei pazienti attraverso programmi personalizzati di attivitàmotoria ed esercizio fisico praticati in apposite aree interne alle strutturesocio-sanitarie.

Il nuovo progettoMOVE ON durerà 18 mesi fino all’estate 2025 con la partecipazione del Centrodei Fatebenefratelli a Kainbach bei Graz (Austria), Fondazione San Giovanni diDio – Lisbona (Portogallo), ospedale San Giovanni di Dio - Santa Cruz diTenerife (Spagna), Istituto San Giovanni di Dio – Genzano di Roma (Italia)insieme alla Fondazione Purissima Concezione delle Suore ospedaliere – Granada(Spagna). Il titolo originale del progetto è “MOtivating patients toVoluntary physical Exercise Outside Nursing programmes” (acronimo ininglese: MOVE ON) e ha l’obiettivo di condividere e promuovere in  Europa i programmi più efficaci per ilmantenimento della salute psico-fisica attraverso una regolare attività fisicada parte delle persone assistite anche dopo il completamento dei cicli diterapia e cure ed accompagnandola all’osservazione di comportamenti corretti inambito nutrizionale, all’importanza della prevenzione diagnostica ed alrispetto dell’ambiente. Il progetto MOVE ON è stato valutato moltopositivamente dalla Commissione europea in quanto contribuisce in modo moltoconcreto e diretto all’iniziativa dell’UE “HealthyLifeStyle4Alldestinata alla promozione di uno stile di vitasano per tutte le generazioni e i gruppi sociali, con l’obiettivo di migliorarela salute e il benessere dei cittadini europei.

Oltre alle attività nei singoli centri, ipartners organizzeranno tre incontri transazionali: a Genzano di Roma e a SantaCruz di Tenerife nel 2024, per poi concludere il progetto con un incontrofinale a Kainbach bei Graz nel 2025.

Le attività del nuovo progetto MOVE ON sarannodocumentate anche sulla pagina web dell’ufficio europeo www.hospitality-europe.eu


Finanziato dall'Unione europea. Le opinioni espresse appartengono,tuttavia, al solo o ai soli autori e non riflettono necessariamente le opinionidell'Unione europea o dell’Agenzia esecutiva europea per l’istruzione e lacultura (EACEA). Né l'Unione europea né l'EACEA possono esserne ritenuteresponsabili



 

Copyright © 2024 Fatebenefratelli